Il fiore

Il fiore


il bulbo tubero riprende la sua attività vegetativa nel periodo settembre - ottobre. In questo periodo le gemme e le sue radici si riattivano e dalla gemma apicale che si trova sulla parte alta centrale esce un getto  che ricopre le foglie sottili di colore bianco quasi trasparente che protegge le foglie. Questa guaina protettiva viene denominata spata e cessa di crescere nel momento in cui fuoriesce dal terreno.
La sua funzione di proteggere finisce quando viene perforata dalle foglie.
Dentro la guaina protettiva si sviluppano le foglie che circondano fiore.Fiore di Zafferano

 



 

 

Il fiore di colore viola scuro formato da sei petali. All’interno del fiori ci sono gli stami e gli stimmi.

Gli stami di colore giallo, rappresentano la parte maschile in cui è presente il polline.   Particolare del superiore dello stigma e gli stami
La parte femminile che formata dall’ovario, lo stilo, gli stimmi. L’ovario si trova alla base del bulbo e da esso si genera un lungo stilo di colore giallo. Esso percorre tutto il getto arrivando fino alla base delle fiore da cui si divide in tre lunghi stimmi di colore rosso.


 

 

BulbiZafferanoL’apparato radicale
Le radici del bulbo tubero si sviluppano nel periodo vegetativo. Esse si sviluppano alla base del bulbo e possono arrivare fino al 20-25 cm e sono molto sottili. Ces- sano la loro attività quando inizia l’ingiallimento delle foglie;
segnale della fine del ciclo biologico. Inoltre delle parti inferiori si formano una o più radici contrattili che hanno la funzione di spingere bulbo tubero nella giusta profondità secondo le esigenze e condizioni climatiche.



Le foglie sono di colore verde intenso e lineare. La loro lunghezza

arriva fino a 40 cm e la larghezza varia dai due ai 3 mm. Le prime foglie si vedono nel mese di ottobre e il loro numero per ogni bulbo, varia in base alla dimensione del bulbo stesso. Di solito il numero varia da 6 a 9 foglie per bulbo tubero. Dalla quantità di foglie si può ri- salire alla dimensione del bulbo tubero (diametro). Nel caso di 6-9 foglie esso sarà un bul- bo di circa 2,5 cm di diametro mentre un bulbo di 1-1,5 cm di diametro il numero non su- pera 2-3. Nel periodo di Maggio si potrà notare che le foglie l’avvizzimento delle foglie, se- gno che la moltiplicazione dei bulbi e quindi il ciclo vegetativo è finito.


Le foglie lunghe e filamentose
I nuovi bulbo tuberi
I bulbo tuberi sono triploidi (corredo cromosomico a triplo assetto) per cui sterili (fiore senza seme). Essi si ri- producono per via agamica e la loro diffiusione è strettamente legata all’uomo tramite la coltivazione.
La riproduzione inizia subito dopo la fioritura tra la
fine di Ottobre la metà di Novembre e inizia dal bulbo tubero “madre” (il bulbo impiantato nel mese di ago- sto).
La riproduzione avviene sia dalle gemme apicali (che sono quelle da cui si sono formate le foglie), da cui si avranno bulbi di dimensioni maggiori, sia dalle gem- me basali che variano da quattro a cinque.
Dalle gemme basali deriveranno bulbi tuberi più pic-


coli rispetto quelli generati dalle gemme apicali.
I bulbi si moltiplicano rimanendo attaccati tra loro

Nel periodo che va da Novembre a Marzo i nuovi bulbi tuberi aumenteranno il loro volume (solo se avranno avuto una buona concimazione organica) ed avverrà il completo riassorbimento della bulbo tubero madre. Nel periodo che va da Giugno a Luglio le foglie saranno completamente essiccate e questo significa che il bul- bo tubero è entrato in dormienza ed è pronto per essere spiantato.